Depuratore a Busche: “non è questo il caso”

depuratore_1

Federico D’Incà, parlamentare del MoVimento Cinque Stelle, nel mese di agosto ha sottoscritto la petizione con cui il comitato “No al depuratore” si oppone alla costruzione di un impianto di depurazione e di una piattaforma di raccolta e smaltimento di rifiuti pericolosi nella zona di Busche, presso l’ex azienda San Marco.

Solitamente il Movimento 5 Stelle sostiene le iniziative che portano al miglioramento della qualità delle acque, ma non è questo il caso. Se l’impianto venisse realizzato per il trattamento dei rifiuti organici del Comune di Lentiai e di una parte del vicino Cesio Maggiore, ed anche dello smaltimento di una parte industriale organica locale, come nel caso della Lattebusche “il Movimento 5 Stelle non solleverebbe critiche al progetto” dichiara D’Incà.

“Ma nel caso in questione, dopo aver parlato con Il comitato, con il sindaco Armando Vello e con Flavia Colle della minoranza del comune di Lentiai, ho riscontrato invece delle forti criticità nel progetto. Aspetti che non permettono di porre quelle basi di fiducia tali da accettare la realizzazione dell’impianto” spiega con fermezza il deputato. La Regione Veneto, che dovrà esprimersi sull’opera, dovrà porre la massima attenzione alle finalità e alla qualità della progettazione. “Stiamo infatti parlando della salute dei cittadini e gli errori non verranno perdonati” conclude il MoVimento 5 Stelle che continuerà a seguire gli sviluppi del caso opponendosi all’attuale progetto.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 16 settembre 2013


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>