Renzi-Berlusconi: l’ennesimo inciucio

renzi-berlusconi-pd

L’incontro Renzi Berlusconi non è una novità nella storia di questa Paese. E’ il continuo perpetuarsi dell’inciucio PD PDL, PD Forza Italia, DS Forza Italia, D’Alema Berlusconi, Veltroni Berlusconi, Letta Berlusconi, Bersani Berlusconi e ora Renzi Berlusconi.

Qualcuno mi deve spiegare come possano gli italiani continuare a credere in queste persone che si insultano a vicenda al momento del voto, definendosi comunisti contro pregiudicati/condannati e poi trovano sempre il modo di accordarsi al momento della vera spartizione del potere.

Il male oscuro di questo Paese di certo è l’informazione che, zitta e in ginocchio davanti al padrone, ha solo il compito di attaccare il MoVimento 5 Stelle. I media e i giornali dei veri padroni dei partiti giocano con l’anima degli italiani vestendo l’ennesimo inciucio Renzi Berlusconi, PD Forza Italia, con l’abito bianco e pulito di chi non ha colpe per la gravissima crisi economica che investe e uccide le famiglie e le imprese di questo Paese.

In tutto questo però non posso dimenticare l’altro grande burattinaio che gioca con l’anima di questo Paese: Giorgio Napolitano. Un vero Presidente della Repubblica come Sandro Pertini avrebbe già sciolto le camere e mandato al voto questa maggioranza mai uscita dalla volontà delle urne e degli italiani, avrebbe impedito che riforme come la legge elettorale fosse gestita da parlamentari illegittimi dal punto di vista etico e morale, frutto di un premio di maggioranza indecente.

Ogni giorno che passa sono sempre più convinto che la coerenza sia la grande forza del MoVimento 5 Stelle. Coerenza vuol dire condividere con i cittadini le grandi scelte di questo Paese, coerenza significa nessun accordo con un condannato come Silvio Berlusconi, coerenza vuol dire andare Oltre al sistema dei partiti e della loro spartizione di potere.

In alto i cuori, adesso è il momento del coraggio.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 19 gennaio 2014


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>