Mondiali di sci Cortina, M5S: “Fuori la verità su Mastrapasqua, i cittadini vogliono sapere. Difendiamo il bellunese, non possiamo accettare che mister 25 poltrone metta le mani anche qui”

mastrapasqua-presidente-inps-indagato

Il lavoro di Mastrapasqua nell’organizzazione del Comitato per i Mondiali di sci di Cortina è al centro di una doppia interrogazione presentata oggi dal Movimento 5 Stelle. Il documento è stato depositato in Parlamento e al consiglio regionale del Veneto: a scoperchiare il vaso di Pandora sono stati proprio i consiglieri regionali veneti del Movimento 5 Stelle, che hanno chiesto al Coni e alla Fisi – la Federazione italiana degli sport invernali – informazioni sulla presenza di “mister 25 poltrone” a Cortina in questi mesi. Coni e Fisi si sono rimpallati l’illustre personaggio a vicenda, ma ora la situazione dovrà emergere in tutta la sua chiarezza.

Vogliamo sapere la verità su chi ha dato il consenso a Mastrapasqua per intervenire nell’organizzazione dei mondiali – ribadisce il deputato bellunese Federico d’Incà, presidente dei parlamentari del Movimento 5 Stelle – vogliamo preservare il territorio, persone come Mastrapasqua non possono sedersi nel comitato e avere un ruolo in uno degli eventi più importanti per la nostra montagna. Su questo evento ci giochiamo una bella fetta del futuro della montagna bellunese”.

“Da quando abbiamo smascherato questa ennesima furbata – rivela il capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale, Jacopo Berti – non passa bgiorno senza che qualcuno mi chieda informazioni su quanto sta accadendo a Cortina e senza che la gente mi ricordi di continuare su questa strada. Non possiamo accettare che Mastrapasqua metta le mani anche su un avvenimento fondamentale per la montagna veneta e per lo sport italiano”.

“Il Movimento 5 Stelle dimostra ogni giorno di più di voler portare una nuova parola nella politica italiana – dicono Berti e D’Incà – questa parola si chiama onestà, e deve essere presente in ogni singolo settore del pubblico e in ogni avvenimento”.

Nell’interrogazione si chiede se Mastrapasqua abbia avuto incarichi pubblici legati all’organizzazione dei mondiali di sci, anche eventualmente come consulente esterno, per conto del Coni nazionale o del comitato regionale Veneto, della Fisi, della Regione Veneto o di qualche altro ente nazionale o regionale. Nel documento si chiede poi se sia previsto per l’organizzazione dei mondiali 2021 un executive board, che affiancherà il comitato organizzatore, simile a quello costituito per la precedente candidatura di Cortina 2017. Si chiede di sapere se è già costituito, chi ne fa parte e che ruolo andrà a ricoprire. Il Movimento intende poi conoscere per conto di chi e in quale ruolo Mastrapasqua sia andato periodicamente a Cortina per discutere dei Mondiali in questi mesi e chi lo abbia messo a capo della delegazione che il 30 settembre a Zurigo ha presentato la candidatura di Cortina al meeting della FIS internazionale. Infine si chiede se non sia ritenuto opportuno, visto le indagini e le accuse di truffa nei confronti di Mastrapasqua, sospendere e revocare tutti gli incarichi pubblici in corso a lui affidati.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 5 novembre 2015


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>