Macroregione Alpina: intervento del Deputato D’Incà (M5S)

map

Il Presidente del Gruppo Parlamentare alla Camera del M5S Federico D’Incà interviene sul tema dell’evento di Longarone LA STRATEGIA MACROREGIONALE ALPINA EUSALP: UNA SFIDA COMUNE PER GLI STATI MEMBRI E LE REGIONI organizzato dalla Regione Veneto.

“La Macroregione Alpina cambierà la visione politica ed economica che fin qui ha visto i governi centrali dei paesi membri essere protagonisti in termini di decisioni territoriali e di ripartizione dei fondi europei. La Macroregione Alpina è stata approvata a dicembre 2015 dalla Commissione europea e inizierà ufficialmente la sua operatività a partire dalla Conferenza di lancio programmata in Slovenia a Brdo nei giorni 25-26 gennaio 2016.

Il nuovo soggetto comprende 46 regioni (l’Italia sarà rappresentata da Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Valle d’ Aosta e dalle due province autonome di Trento e Bolzano) che attraversano sette Stati, dei quali cinque appartengono alla Ue: Italia, Germania, Francia, Slovenia, Austria e due extra Ue: Svizzera e Lichtenstein. Le decisioni che prenderà influiranno sulla vita di 76 milioni di persone che vivono nell’ area più ricca dell’ Ue.

Se da un lato è vero che la Macroregione Alpina non potrà contare su fondi aggiuntivi propri, la sua governance futura influirà pesantemente sulla ripartizione dei fondi comunitari esistenti. Questo perché il nuovo soggetto avrà mandato di contrattare direttamente con Bruxelles bypassando i governi centrali. Il perimetro nel quale agirà va dalla mobilità e infrastrutture alla gestione delle risorse energetiche, passando per il sostegno alle piccole e medie imprese e la tutela ambientale.

Abbiamo il compito di credere nella Macroregione Alpina perché è il cuore pulsante dell’Europa e permetterà al nostro territorio di confrontarsi con realtà all’avanguardia in grado di stimolare la nostra economia e la formazione dei nostri giovani.”

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 21 gennaio 2016


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>