La SS. 47 della Valsugana è impercorribile

890703_20150227_ss_47

Con delibera della giunta regionale del Veneto nell’ottobre 2015 è stato confermato il proseguimento delle procedure tecnico-amministrative per l’approvazione, da parte del CIPE, del progetto preliminare dell’itinerario della superstrada a pedaggio Valsugana Valbrenta-Bassano. “Il progetto, prefigurando una nuova infrastruttura a pagamento, non affronta e non risolve i problemi viari della Valbrenta in quanto la strada statale 47 rimarrà l’unica alternativa gratuita alla quale si sovrapporrà, per un tratto a nord di Pian dei Zocchi, il nuovo asse stradale” spiega il deputato Federico D’Incà del Movimento 5 Stelle.

Da diversi mesi la strada statale 47 della Valsugana versa in evidenti condizioni di dissesto, in particolare nel tratto fra Primolano e Carpanè dove il manto stradale si presenta in entrambi i sensi di marcia deformato, irregolare, con diverse buche di dimensioni pericolose, con diffusi ammaloramenti e distacco di parti di conglomerato bituminoso. Inoltre la mancanza di collegamenti ferroviari diretti e comodi dal territorio montano della provincia di Belluno a Trento, costringe tutti coloro, che per motivi di lavoro devono effettuare questa tratta, a percorrere un tratto di strada estremamente pericoloso formato da un tracciato stretto e tortuoso, percorso da camion e automobili, con presenza di dislivelli dell’asfalto, con evidenti rischi.

La pericolosità della strada statale 47 è ben nota anche ad ANAS che recentemente, per limitare i problemi causati dalla mancata asfaltatura, si è vista costretta ad emettere un’ordinanza di limitazione della velocità (da 90 km/h a 70 km/h) per garantirne la sicurezza, ed a posizionare nei tratti più pericolosi dei jersey in calcestruzzo che separano le corsie di marcia per evitare collisioni fra gli automezzi. Le ultime asfaltature degne di nota che hanno interessato il tratto più pericoloso della strada statale 47 Valsugana sono state eseguite nel 2004 e da allora l’Anas ha eseguito per lo più rattoppi o sistemato brevi tratti del manto stradale. “La scorsa primavera, dopo innumerevoli solleciti, anche sulla base delle decine di incidenti con danni alle vetture in transito, era arrivata la promessa che la strada sarebbe stata sistemata e che i lavori si sarebbero dovuti concludere entro lo scorso autunno, cosa che non è avvenuta” denuncia D’Incà. Il malcontento è ulteriormente lievitato constatando che nel limitrofo territorio trentino la manutenzione viene fatta regolarmente, al contrario del lato vicentino in questione dove la manutenzione viene svolta con gravi ritardi rispetto alle richieste e alle necessità d’intervento.

Le proteste degli automobilisti e degli amministratori vicentini e bellunesi per il degrado e la pericolosità della SS. 47 della Valsugana, rivolte a Veneto Strade e Regione Veneto, non hanno avuto alcun riscontro e allora D’Incà assieme a Marco Brugnerotto ha presentato una interrogazione al Ministero Infrastrutture e Trasporti per esternare il malcontento, fare presente la gravità della situazione e chiedere tempestivi interventi. “Undici anni di relativo abbandono appaiono decisamente troppi per una strada trafficata ed importante come la Valsugana: non è più procrastinabile un intervento di rifacimento consistente e definitivo del manto stradale e non sono più accettabili soluzioni provvisorie con rattoppi e raffazzonamenti temporanei. È necessaria una complessiva riqualificazione del sistema infrastrutturale esistente, realizzando maggiori standard di sicurezza e di fluidificazione del traffico, risolvendo prioritariamente alcune strozzature e criticità localizzate nel comune di San Nazario e mitigando gli impatti esistenti nei confronti degli elementi di sensibilità” conclude D’Incà.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 11 febbraio 2016


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>