Situazione ospedale Belluno

belluno

Il padiglione di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Belluno al centro di un’interrogazione M5S: “Non è ancora aperto, di chi sono le responsabilità?

Per quali motivi l’Area Materno Infantile dell’Ospedale di Belluno non è ancora operativa e di chi sono le responsabilità? Questa in sintesi la richiesta che i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno rivolto alla Giunta con un’interrogazione presentata oggi su richiesta del deputato bellunese Federico D’Incà.

I pentastellati ricordano che il padiglione, realizzato su un’area di 7 mila metri quadri con 39 posti letto per accogliere i reparti di Pediatria e Ostetricia-Ginecologia e costato 11.345.564,61 euro (10 milioni sono stati finanziati dallo Stato, un milione dalla Regione e 345.564,61 dall’Usl 1), è stato inaugurato lo scorso 23 novembre.

A tutt’oggi però, denunciano i 5 Stelle, “a distanza di 3 mesi dalla sua inaugurazione in pompa magna, il nuovo padiglione risulta ancora chiuso“.

Da qui l’interrogazione con la quale chiedono alla Giunta “se sia a conoscenza dei fatti e cosa intenda fare per rendere operativo da subito, il padiglione F dell’ospedale S. Martino di Belluno, che ospita l’area materno infantile tra le più avanzate in assoluto, compresa l’indispensabile neonatologia ed è uno dei più grossi investimenti fatti ultimamente in Veneto in campo della sanità.

“Vorremmo sapere per quale motivo il reparto non è ancora aperto, e chi sono dei responsabili di questo ritardo. Non è possibile inaugurare un reparto a novembre e dopo 3 mesi ci troviamo ancora ad aspettare che venga effettivamente aperto” – ribadisce D’Incà.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 22 febbraio 2016


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>