Sfruttamento acque bellunesi. D’Incà (M5S): “Presenteremo presto il nostro piano energetico”

IMG_20151213_1156381

“Voglio ringraziare pubblicamente Italia Nostra e tutti i comitati che stanno difendendo da tanti anni le acque e i torrenti bellunesi contro la speculazione delle centraline elettriche che a colpi di incentivi stanno divorando il nostro territorio” dichiara il Deputato Federico D’Incà del Movimento 5 Stelle.

“Da quando sono stato eletto in Parlamento, con l’aiuto di cittadini e dei consiglieri comunali del M5S, ho depositato numerose interrogazioni parlamentari e regionali su questo tema interrompendo un silenzio istituzionale che ormai da anni era insostenibile sul territorio, spesso causato da interessi lobbistici o da paura di rompere le uova nel paniere al potente di turno.”

Secondo D’Incà “occorre chiaramente un intervento del legislatore per limitare gli incentivi che rendono possibile questo eccessivo sfruttamento o porre dei limiti di produzione elettrica lungo l’asta dei bacini imbriferi.”

Il M5S ha redatto un proprio piano energetico che deve portare l’Italia fuori dalle energie fossili a partire dal 2050: “Lo presenteremo nel bellunese a febbraio con Davide Crippa, deputato esperto di rinnovabili del M5S, sarà un ottimo momento per fare sintesi di tutte le idee e le problematiche preparando gli interventi in sede legislativa parlamentare sul tema centraline e sfruttamento dei torrenti e fiumi bellunesi” conclude il parlamentare bellunese.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 14 gennaio 2017


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>