Eroi senza diritti

incendio-elicottero

“Ho presentato un’interrogazione al Ministro del lavoro chiedendo di comprendere le attività svolte dai piloti tra quelle soggette ad assicurazione obbligatoria” dichiara il parlamentare M5S Federico D’Incà.

“Nell’interrogazione ho riportato il caso del pilota T.M. che non si è visto corrispondere, dopo aver riportato un grave incidente, l’indennizzo del danno per menomazione dell’integrità psicofisica: di fatto l’incidente non è stato riconosciuto come infortunio sul lavoro” continua il deputato bellunese.

“T. il 21 agosto 2016 stava prestando servizio ed era decollato per spegnere un incendio; lavorava infatti – continua il deputato pentastellato – per una società che fornisce servizi di antincendio boschivo. Per cause tecniche ancora da accertare ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza e il velivolo si è schiantato al suolo. Il pilota ha riportato una paralisi degli arti inferiori e, ad oggi, è costretto all’utilizzo della sedia a rotelle”.

“Purtroppo l’attività di pilotaggio dell’elicottero non è compresa tra quelle assicurate ed elencate nel Testo unico del 1965 e dunque l’ufficio dell’Inail – sede di Belluno – ha risposto che al pilota non spetta alcuna indennità. Non dimentichiamo però che i piloti espletano complementari operazioni a terra e in questo caso sono da considerarsi soggetti assicurati all’Inail ai sensi dell’articolo 4 del suddetto Testo unico” afferma il parlamentare.

“Questo è un caso emblematico che va a rilevare una vera e propria disparità di trattamento tra i lavoratori. Non possiamo non intervenire, questa categoria di lavoratori va assolutamente tutelata” prosegue il deputato bellunese e conclude:

Se un Paese non capisce quali sono gli eroi che si sacrificano in silenzio per tutti noi, è un Paese destinato a morire nell’anima prima ancora che nella realtà.” 

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 13 febbraio 2017


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>