Grande vittoria a 5 Stelle: approvati al decreto terremoto emendamenti per la sicurezza delle nostre scuole

casa-antisismica_2

“Al decreto terremoto sono stati approvati due emendamenti del M5S per la sicurezza delle nostre scuole: questo è un importantissimo risultato per il nostro territorio. Un ottimo passo in avanti in risposta alla giusta denuncia di Ezio Lise, consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica. Belluno si ritrova in zona sismica 2/3: la Camera ha stanziato 100 milioni per un’indagine antisismica sulle strutture a rischio terremoto” afferma il deputato bellunese Federico D’Incà.

“Grazie agli emendamenti del M5S presentati dal mio collega Gianluca Vacca nel decreto terremoto, entro un anno circa su tutte le scuole italiane – e prioritariamente su quelle nelle zone a maggior rischio sismico come nel bellunese- dovranno essere svolte delle indagini, necessarie per programmare gli interventi di ristrutturazione. Inoltre dovranno essere pubblicati i risultati sul proprio sito in modo che famiglie, docenti e lavoratori della scuola possano conoscere lo stato dell’edificio e sollecitare, eventualmente, i necessari provvedimenti”continua il parlamentare che dichiara: “fino ad oggi oggi la maggioranza delle scuole italiane, oltre ad essere state costruite senza i criteri antisismici, non aveva neanche le indagini di vulnerabilità sismica; questo vuol dire che di fatto noi non potevamo sapere come si comporterebbe l’edificio in cui mandiamo i nostri figli in caso di scossa sismica. La legge, fino ad oggi, non prevedeva neanche l’obbligo di svolgere questi esami”.

Secondo D’Incà “L’elemento davvero di rilievo è rappresentato dal fatto che il decreto del governo inizialmente prevedeva tali controlli solo per le scuole situate all’interno del Cratere: noi siamo riusciti a farli estendere all’intero territorio nazionale, dunque anche nella nostra provincia. Inoltre, siamo riusciti far approvare tempistiche precise di azione: tali indagini dovranno essere svolte entro giugno 2018″.

“Sentiamo nostro anche l’emendamento della relatrice del Decreto, che prevede lo stanziamento di maggiori risorse proprio per i controlli sulla vulnerabilità sismica. Tale emendamento infatti rappresenta una riformulazione di un nostro emendamento” continua.

“Questo risultato si innesta all’interno delle azioni portate avanti in questi anni dal M5s in Parlamento in favore della sicurezza degli edifici scolastici, contro il rischio idrogeologico e per l’adeguamento antisismico. Una battaglia necessaria e rispetto alla quale i governi troppo spesso si sono opposti, ma che ha portato anche a risultati importanti, come l’introduzione del sostegno all’edilizia scolastica tra le destinazioni dell’8 per mille allo Stato” conclude il parlamentare.

Pin It

Share This

Pubblicato giorno 29 marzo 2017


Ti é piaciuto questo articolo,
e vuoi ricevere per email i successivi?
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>